Conoscere il significato delle parole: la SHOAH

LA SHOAH (testo di Lucia Ferretto, classe 1^ giallo)

Termine ebraico con il quale viene indicato lo sterminio degli Ebrei, vittime del genocidio nazista.

 

All’epoca della Repubblica di Weimar,  i nazisti iniziarono a considerare gli Ebrei  un pericoloso nemico interno, colpevole di molti dei problemi che affliggevano la Germania. Non sappiamo se all’inizio la retorica di Hitler fosse solo propaganda. Tutto quello che sappiamo è che dopo anni di atroci discriminazioni che rendevano la vita impossibile agli ebrei, nel 1942 la Germania nazista adoperò spazi, uomini e risorse per mettere in pratica ciò che i gerarchi nazisti avevano definito “la soluzione finale”, ossia lo sterminio di tutti gli ebrei.      

Tra il 1933 e il 1945 le vittime dell'Olocausto, di entrambi i sessi e di tutte le età (senza riguardo per anziani e bambini)furono circa 15-17 milioni, di cui 5-6 milioni di Ebrei. L'eliminazione di circa i due terzi degli Ebrei d'Europa venne organizzata e portata a termine dalla Germania nazista mediante un complesso apparato amministrativo, economico e militare che coinvolse gran parte delle strutture di potere  del regime, con uno sviluppo progressivo che ebbe inizio nel 1933 con la segregazione degli ebrei tedeschi e che continuò estendendosi a tutta l'Europa occupata dal Terzo Reich durante la 2^ Guerra Mondiale, con il concentramento e la deportazione. Dal 1941 questo si concluse purtroppo con lo sterminio fisico per mezzo di eccidi di massa sul territorio da parte di reparti speciali,  soprattutto in strutture di annientamento appositamente predisposte, ovvero i campi di sterminio.

                                                                                               

 

 

Nessun commento:

Posta un commento