A CASA SO DI ESSERE PROTETTO

“Viaggio per il futuro” è il titolo di un’iniziativa che Progetto Marzotto, in collaborazione con Il giornale di Vicenza, ha promosso per le scuole elementari, medie e superiori della provincia. Di seguito potete leggere una pagina del “Diario di bordo” di questa quarantena scritta da Mattia Reghellin di 1^blu.

A CASA SO DI ESSERE PROTETTO

In questi giorni sto pensando, studiando, mi diverto e guardo la tv. In questa quarantena ormai non si sa che fare –direbbe un altro ragazzo- ma non io e in queste giornate di sole, nascono nella mia mente moltissime idee. Alla mattina sono impegnato con la scuola, tra video lezioni e esercizi da fare. Al pomeriggio dò libero sfogo alla mia creatività: disegnare, costruire con i lego e cucinare, aiuta a passare queste giornate a volte noiose. Mi ritengo fortunato, perché ho due sorelle e due cani con cui posso giocare nel grande giardino di casa. Ormai in tv sembra di essere al Festival di Venezia, perché ogni altra sera trasmettono film avventurosi e divertenti. Ho finalmente visto tutta la saga di Harry Potter e dei Pirati dei Caraibi, che mi hanno emozionato molto. Ogni giorno in cucina c’è un dolce preparato da me o da mia mamma: giovedì è stato il turno delle focacce pasquali, lunedì della crostata di amaretti e ricotta, mercoledì dei cupcake. In questa quarantena sento un po’ di paura, ma sto a casa e so di essere protetto, e questo mi rassicura. In questi momenti si capisce che andare a scuola, fare sport e condividere il tempo con gli amici è una cosa molto importante che arricchisce le giornate. Mi dispiace per chi soffre e muore: queste brutte cose non sono di insegnamento per chi ancora pensa sia solo una normale influenza e non sta alle regole, facilitando il contagio.

Mattia Reghellin, 1^ blu

Nessun commento:

Posta un commento