Il decalogo di M'illumino di Meno

Ri-generare 
La Terra è stanca.
Usurata, sfinita, a rischio.
Ce lo dice con il clima che cambia.
La Terra – ci piace pensarla come Terra Madre - è logorata dall'uomo è dalla sua economia lineare. Quella che estrae le materie prime, scava, coltiva, spreme il pianeta. Quella che trasforma le materie in oggetti, beni - cose utili e cose inutili - utilizzando molta energia; quella che ci chiede di usare le cose - un po', tanto oppure poco – e poi di buttarle. Le cose diventano rifiuti, bisogna trovare dove metterli e cercare altre materie prime. Ci sono molte pressioni perché le cose durino poco, l'economia lineare ha fretta. 

L'economia lineare consuma la Terra. 
Le materie prime non sono infinite, la Terra non è infinita: ha i suoi limiti e ha cominciato a farcelo capire. 

La salvezza del genere umano sulla Terra passa dall'economia circolare: riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, abolire “il fine vita”, mantenere, recuperare, rigenerare. Tenere il più possibile in circolo. 

L'economia circolare ha cominciato come una nicchia – tutto comincia con poco – adesso sta diventando economia vera. Ci investono grandi aziende, nascono nuove occupazioni.


L'Italia è tra i leader mondiali nell'economia circolare. Nel riciclo degli imballaggi siamo i primi. Possiamo esserne orgogliosi e fare di più. “L'economia circolare deve sostituire quella lineare perché le risorse mondiali non sono infinite e sprecare non ha senso”, parole del Ministro dell'Ambiente. 

Il decalogo di M'illumino di Meno 
per il risparmio energetico e per uno stile di vita sostenibile 

1. spegnere le luci quando non servono. 
2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici. 
3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria. 
4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola. 
5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre. 
6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria. 
7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne. 
8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni. 
9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni. 
10. utilizzare l’automobile il meno possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città.

Nessun commento:

Posta un commento