Anche la Maraschin ha partecipato

Troppo giovani per scioperare, ma non per pensare!


 

UNA NUOVA AZIONE PER L'AGENDA 2030 
Ogni venerdì dallo scorso settembre, GRETA THUNBERG, quindicenne di Stoccolma, ha scioperato da scuola per piazzarsi davanti al Parlamento svedese e protestare contro la mancanza di azione rispetto al cambiamento climatico che minaccia il pianeta. Questo suo piccolo esempio di disobbedienza civile ha catturato l'attenzione di persone in tutto il mondo. Ora molti stanno aderendo alla sua chiamata di scendere in piazza ogni venerdì, nelle piazze come Roma, Milano, Bologna, Pisa, Torino, Taranto, Venezia, Modena, Palermo e Firenze.

Anche noi abbiamo voluto rispondere all'appello di Greta e ci siamo presi un impegno settimanale.
Chiunque ha a cuore la salute del pianeta e crede nel bisogno di cambiare rotta è benvenuto!

Fridays for future... for OUR future 
• FACCIO un'azione PRATICA di cambiamento nelle mie abitudini quotidiane
• POSTO la mia azione
• INVITO un amico a fare altrettanto
IL CAMBIAMENTO PARTE DA ME!!

Un'idea di Giovanna Rizzato 

Non si è mai troppo piccoli per fare la differenza


Molti alunni della nostra scuola stanno partecipando alla riflessione e all'azione per la salvaguardia dell'ambiente: venire a scuola a piedi o in bicicletta; limitare gli imballaggi di plastica; curare con attenzione il riciclo dei rifiuti; spegnere le luci e la LIM quando non servono... sono alcuni comportamenti possibili.
Venerdì 13 marzo ciascuno potrà appendere un pensiero, uno slogan, un disegno per manifestare le proprie priorità su di un tema tanto importante per ciascuno di noi.

Il Presidente premia 29 giovani Alfieri



«Voi avete dimostrato che la solidarietà è l'impalcatura della convivenza». Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella consegnando stamani le onorificenze di Alfieri della Repubblica al Quirinale. «Nulla regge senza impalcatura, la nostra società, il nostro vivere insieme non resterebbe in piedi senza la solidarietà. Voi l'avete praticata e dimostrata» ha detto ai 29 giovani premiati per le loro opere di solidarietà e benefiche. «Aiutare gli altri fa vivere meglio se stessi e la comunità dove si è insieme» ha detto Mattarella. «Non siete i soli a fare queste cose belle da sottolineare. Voi rappresentate tutti coloro che si comportano così e il mondo è pieno di ragazzi come voi». Per Mattarella «questa è la regola, la normalità della vita che dovrebbe essere praticata da tutti». Voi, ha affermato, «avete dimostrato che questa è la vita nel nostro Paese».


Il futuro del pianeta è nelle mani di Greta Thunberg e di tutti noi

Il 15 marzo sarà una giornata storica per il pianeta: la protesta Global Strike For Future porterà in piazza migliaia di studenti e non solo di tutto il mondo, con lo scopo di riprendere in mano il futuro del pianeta. Un movimento nato dal basso che sta facendo sentire la propria voce: si lotta per fermare il cambiamento climatico, per un futuro sostenibile e per smuovere i politici e le istituzioni affinché prendano al più presto provvedimenti concreti in difesa del clima. La miccia che ha innescato questa protesta parte dalla Svezia, da una ragazza di sedici anni con le trecce e la idee ben chiare

Greta Thunberg ha iniziato la sua lotta nell'agosto del 2018 quando la Svezia ha registrato un'eccezionale ondata di calore. Ogni venerdì mattina manifesta davanti al parlamento svedese, tenendo in mano un cartello con la scritta Skolstrejk för klimatet, lo sciopero scolastico per il clima che è stato esportato anche in altre città europee e non solo.  Una voce solitaria che piano piano ha iniziato a farsi sentire in tutte le parti del mondo, soprattutto grazie ai social media: con lo slogan #fridayforfuture, Greta è diventata il simbolo di milioni di giovani che vogliono lottare per il loro futuro, minacciato dai cambiamenti climatici.    

“Voi dite di amare i vostri figli sopra ogni cosa, ma state rubando loro il futuro davanti agli occhi  Il «Time» ha inserito Greta tra i teenager più influenti del 2018, grazie anche al discorso che ha tenuto alla Cop24 delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico che si è tenuta a inizio dicembre in Polonia. Un intervento chiaro, indirizzato principalmente ai rappresentati dei governi seduti in platea: “Dovete agire come se la vostra casa fosse in fiamme”.  Il messaggio che Greta ha voluto lanciare non è un grido di aiuto verso i politici: “Ci avete ignorato in passato e ci ignorerete di nuovo. Abbiamo finito le scuse e stiamo finendo il tempo. Siamo venuti qui per farvi sapere che il cambiamento sta arrivando che vi piaccia o no. Il vero potere appartiene alle persone”.

Fonte

Mucca in volo... dal burrone alla salvezza

4 MARZO 2019

Lʼanimale è stato recuperato e portato su un prato a Melito di Porto Salvo (Reggio Calabria) con lʼelicottero dei vigili del fuoco.
Era precipitata in un burrone ed era scomparsa nella fitta vegetazione. Solo con un recupero spettacolare poteva essere messa in salvo. Protagonista di un salvataggio da film una mucca di Melito di Porto Salvo (Reggio Calabria).
Grazie all'intervento di un elicottero, i vigili del fuoco sono riusciti a trovarla, raggiungerla, imbracarla e portarla in salvo su un verde prato. Il suo "volo" in un video.

Eʼ morto Vita, il cane simbolo della lotta contro Green Hill

7 MARZO 2019

La foto del cucciolo che passa sotto il filo spinato dellʼallevamento sorretto da tante mani ha fatto il giro delle agenzie giornalistiche di tutto il mondo 

E' morto Vita, il cane simbolo della lotta contro Green Hill, azienda che allevava beagle destinati alla vivisezione a Montichiari, provincia di Brescia, chiusa il 18 luglio 2012.
Dopo aver trascorso tanti anni felici con la sua famiglia umana, Vita se n'è andato a causa di una malattia. Quel 28 aprile 2012, giorno in cui è stata scattata la foto, gli attivisti hanno scavalcato le recinzioni di Green Hill e liberato decine di Beagle.
Tante mani frenetiche si passavano con delicatezza cuccioli e cani adulti. Gli attivisti abbassavano il filo spinato e sollevavano gli animali per poi farli sparire nelle borse o sotto le felpe e salvarne il più possibile. Vita era uno di loro e rimarrà nella storia della liberazione animale e nei cuori di tutti.